Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

martedì 16 ottobre 2012

Homage to Malala, princess of Swat

Non sappiamo se Malala, colpita dalla violenza islamofascista, si salverà e come vivrà, ma la sua sofferenza si sta rivelando una grande vittoria contro i perdenti radicali e contro coloro che li sfruttano politicamente. Lo si comprende dalle reazioni che il suo sacrificio sta provocando sia in Pakistan che in Afghanistan, fra i Pakhtun del sud e fra i Pashtun del nord, verso l'Iran, verso il mondo arabo, verso tutti i paesi islamici. Come sempre, fra i miei punti di riferimento nell'area, c'è il movimento politico Awami, fondato e tuttora guidato dagli eredi di Bacha Khan. Rilancio volentieri il loro omaggio a Malala (Nda).

My homage to Malala, the brave citizen of Swat who dealt and lived as a princess, asking for universal educaiton, women's rights, good government, security and justice for all: I link here the words from my friends of Pakhtoonkhwa, the members and the leaders of the Awami National Party, a political movement which is a rare beacon of nonviolence, a sign of hope, in the Afpak crisis.

"Chief Minister Khyber Pakhtunkhwa Amir Haider Khan Hoti has said that assailant who attacked Malala Yousafzai were enemy to knowledge, light and development and pushing the Pakhtun nation into darkness of illiteracy for realizing their evil designs. He said that their dreams will never materialized and nations having such brave daughters can’t be defeated. He said that terrorists, enemies to religion and humanity will be fought courageously. He said that ANP moved for forward from other parties due to its political and people service program. He said that destinies of people of far flung areas were changing due to indiscriminate development works across the province...". Click here to continue.

Malala of Swat – Pashto Interview from http://awaminationalparty.org/


* * *



(BBC - 15 October 2012) Malala Yousafzai, schoolgirl shot by Taliban, now in UK for treatments




Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard