Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

giovedì 4 ottobre 2012

Fedeli allo spirito del 1994, no alle preferenze, sì alle primarie

Riceviamo oggi e volentieri pubblichiamo, dal caro amico Guido Guastalla:

Sono perfettamente d'accordo con il mio amico Mauro Vaiani.
Qualcuno ha distrutto il nostro sogno di un paese normale, che aveva e ha ancora bisogno di partiti normali.
Nel passaggio dai vecchi partiti otto-novecenteschi di massa, a partiti più leggeri, di modello anglosassone ,"carismatico", con una piramide rovesciata fra dirigenti e diretti, sarebbe stato necessario approntare nuovi strumenti per la selezione della classe dirigente.
Occorreva una nuova "circolazione delle elite".
Certamente lo strumento non sono le preferenze, che già durante la prima Repubblica hanno creato distorsioni e divisioni, clientelismo e corruzione.
La strada maestra resta quella della possibilità per l'elettorato, per una cittadinanza attiva, di selezione rappresentanti e leader attraverso primarie generalizzate.
Al momento dello "stato nascente", nel 1994, le prime elezioni nei collegi uninominali del Mattarellum hanno sollevato entusiasmi e generato i primi timidi cambiamenti.
Poi progressivamente, le sopravvissute o ricreate burocrazie di partito hanno cominciato a bloccare il sistema.
Invece che primarie, ci hanno propinato candidature che sempre più assomigliavano al "cavallo di Caligola".
Ora basta.
Scendiamo da questi autobus.
Ne scegliamo altri, più consoni ai nostri sogni liberali, fra i quali il mio, quello di avere anche in Italia e in Toscana una nuova "destra storica", risorgimentale, di cavouriana memoria.
Un caro saluto

Guido Guastalla

Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard