Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

martedì 4 gennaio 2011

Indicazioni condivise

Carlo Fusaro ha pubblicato oggi un editoriale sul Corriere Fiorentino, che contiene delle indicazioni per la riforma elettorale toscana. Le sue indicazioni sono in piena sintonia con quelle portate avanti dalla nostra campagna. E' una significativa conferma che in Toscana si sta creando un clima condiviso e favorevole a una selezione maggiormente partecipata e competitiva della nostra dirigenza politica.

Ecco un estratto dell'articolo:

"Nel caso della legge elettorale toscana vanno difesi stabilità, bipolarismo, scelta da parte degli elettori del proprio presidente; c'è da recuperare un maggior rapporto col territorio e tornare a spingere per l'equilibrio di genere; va rilanciata la pionieristica legislazione sulle primarie.
Fra i guai da evitare ci sono il pericolo di rendere più costose le campagne dei candidati e quello di cancellare anche quel poco di organizzazione partitica che sopravvive.
Come al solito, di ricette ce ne possono essere varie. Ma a me la più convincente sembra quella di recuperare alcune proposte di cui già si discusse nel 2003-2004: ridimensionare se non abolire il premio, istituire collegi uninominali piccoli, prevedere un doppio turno, mantenere una forte presenza garantita dell'opposizione, incentivare le primarie, dopo averle rivedute e corrette (con i collegi nominali si sposano meglio che con le liste).
Nel 2004 la Toscana indicò una strada: poi a Roma, nel rifare la legge nazionale, il centrodestra di allora, Casini in testa, ne fece la caricatura.
Ci si potrebbe riprovare, allora, per la nostra regione e per il Paese."

Fonte: http://corrierefiorentino.corriere.it/, Corriere Fiorentino, martedì 4 gennaio 2010, pag. 1

Post più popolari di sempre