Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

venerdì 16 settembre 2011

Il consigliere di Berlusconi


Lo ammettiamo, siamo turbati, dopo aver sentito le vive voci della conversazione di un Berlusconi - stanco, confuso - e del suo consigliere - un volpone oggi in fuga in qualche paradiso tropicale, lontano da ogni possibile estradizione.

Le parole pronunciate dai due personaggi in questione - il presidente Silvio Berlusconi e il fuggiasco Valter Lavitola - possono essere ascoltate e giudicate da ciascuno.

Mi rassereno un po' solo pensando a come ho agito e reagito, in questi anni, pubblicamente, rischiando e pagando di persona, prendendo le distanze da un fallimento che è e resta prima di tutto politico.

Invito a rileggere alcuni dei miei interventi di questi ultimi anni, tanto per aiutare la comprensione, per coloro che non si sono mai rassegnati a essere - solamente - anti-berlusconiani o berlusconiani, ma hanno sempre cercato prima di tutto di essere se stessi:

Come sono finito con Verdini e Berlusconi - novembre 2004

Il progetto smarrito di un partito toscano della libertà - luglio 2010

Quattro gatti toscani contro quattro pensionati sfigati - agosto 2010

Cittadino Berlusconi, un passo indietro! - novembre 2010

La tomba politica di Berlusconi, Firmigoni e Bossi: il caso Nicole Minetti - gennaio 2011

Berlusconi unn' è bbono - febbraio 2011

Un giudizio equanime dopo 18 anni di fallimenti: perché tanto tempo con Berlusconi? Perché forse non c'era di meglio - giugno 2011



E d'ora in poi impegniamoci perché tutto finisca al più presto, con la rimozione e la messa in condizioni di non nuocere di Berlusconi e del suo consigliere.

* * *

Post più popolari di sempre