Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

giovedì 12 gennaio 2012

Un senso di privazione

La sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato inammissibili i referendum anti-Porcellum ci lascia un senso di privazione.
Questa brutta notizia arriva peraltro  in una giornata, in un tempo, in cui registriamo altre preoccupanti forme di chiusura a riccio, su se stessa, di una casta tanto impresentabile quanto arroccata sui propri privilegi.
Noi in Toscana, con la nostra umile ma tenace campagna per il superamento delle liste bloccate, con una riforma elettorale regionale fondata sui collegi uninominali e sulle primarie obbligatorie, abbiamo nelle nostre mani una possibile riscossa.
A coloro che sono appassionati di politica e soprattutto di Toscana, un appello: non lasciamoci prendere da una rabbia impotente, uniamoci per cambiare la legge toscana e dare così una scossa all'intera Repubblica.
Non usciremo dalla crisi e non avremo una politica migliore, senza una selezione meritocratica e democratica, dal basso, di una nuova generazione di leader. Muoviamoci.

Messaggio diffuso anche su Toscana Insieme

Post più popolari di sempre