Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

mercoledì 9 novembre 2011

Monti che?

Mario Monti senatore a vita?
Non sono d'accordo.
Non ho nulla contro Monti e i grand commis di stato della sua generazione, ci mancherebbe, ma: primo, non hanno saputo essere più lungimiranti, coraggiosi o riformatori di tanti altri leader del loro tempo, altrimenti non saremmo in questa situazione, oppure loro non sarebbero nella loro attuale situazione di privilegiati; secondo, non c'era alcun bisogno di un nuovo senatore a vita.
Una stecca del pur bravo e autorevole presidente Napolitano. Capita.
Lo so che in tanti pensano che Berlusconi, e a maggior ragione molti suoi impresentabili e insopportabili ministri, dovrebbero essere cacciati al più presto.
E so che Monti è uno dei pochi candidati disponibili a fare subito un governo d'emergenza per sostituire il premier uscente.
E posso anche immaginare che Monti, in cambio del grande rischio che correrà assumendosi l'incarico di succedere a Berlusconi, abbia chiesto una qualche forma di garanzia a vita...
Ma andiamo...
Stavamo cercando una "riserva" di saggezza della Repubblica e ci ritroviamo una marca di riserva...
Nella lotta politica, schietta, onesta, a viso aperto, per mandare a casa Berlusconi e i suoi quattro pensionati sfigati, le sue veline e velini, questa nomina di Monti mi sembra - posso dirlo? - controproducente.
Qui c'è bisogno d'aria nuova, davvero.
Via Berlusconi, ma via anche tutti quelli che c'erano prima di lui.
Monti compreso.
C'è qualcun altro che ha il coraggio di farsi avanti?

Post più popolari di sempre