Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

domenica 2 dicembre 2012

Congrats Bersani

Bersani, lo dicono i dati che si stanno consolidando, è il prossimo candidato premier del centrosinistra, oltre che di tanti cittadini indipendenti che si sono interessati a questa consultazione popolare.
Renzi ha già pronunciato un bel discorso, del tipo di quelli che nelle antiche democrazie si chiamano concession speech, una novità assoluta anche questa, un altro bello schiaffo all'Italietta dei burocrati e dei notabili.
Ci occuperemo ancora, da cittadini, da attivisti, da scienziati, anche delle diverse bucce organizzative e procedurali su cui sono scivolati gli organizzatori, ma resta la banana: grazie alle scelte coraggiose che Bersani e Renzi hanno fatto, d'ora in poi nessuno - ripetiamolo - nessun altro potrà candidarsi al governo di niente, senza passare da una selezione competitiva e partecipata.
Da questa esperienza, che ha dimostrato che anche in Italia - e ancora di più in Toscana - si possono fare registrazioni online e assemblee live, con centinaia di migliaia di cittadini sovrani attivi e generosi.
Sul vincitore, sulle possibilità che ha di fare qualcosa di buono, lasciandosi alle spalle non solo D'Alema e Veltroni, ma anche le Bindi e gli Stumpo, la penso in modo molto simile a quello che hanno scritto oggi sulla Nazione, Gabriele Canè. e, sul Corriere Fiorentino, Franco Camarlinghi.
Il sessantennio è finito, capito? Ma anche su questo torneremo...

.

Post più popolari di sempre