Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

venerdì 19 settembre 2014

Si avvicina l'alba

Sta finendo una notte complicata, qui a Edimburgo.
Il popolo scozzese si è fatto sentire, con una partecipazione davvero straordinaria.
Il No all'indipendenza è nettamente in testa, quando ormai mancano solo pochi distretti.
Il Sì ha consolidato il consenso del 45% degli Scozzesi.
Il paese resta legato al Regno Unito.
E resta profondamente diviso, politicamente, geograficamente e - temo - anche socialmente, in ceti sempre più rigidamente separati.
La lunga marcia verso l'autogoverno e la responsabilità non finisce certo qui. Ce lo promette il voto di Glasgow, nettamente a favore dell'autogoverno. Glasgow è il cuore pulsante del paese. Quello che succede lì, prima o poi, raggiunge ogni angolo del paese.
Intanto, però, si deve valorizzare questa grande mobilitazione democratica di un intero popolo che ha sperimentato la possibilità di essere sovrano di se stesso.
Si devono ritrovare unità e obiettivi comuni, per far sì che le promesse di federalismo fatte da Westminster, diventino realtà.
Si dovrà, credo e spero, anche trovare una prospettiva politica più generosa, più inclusiva, più ampia, con la quale portare avanti delle concrete alternative allo status quo, in particolare alla deriva dell'austerità e al dilagare della povertà.
Complimenti a questa gente, alla sua gentilezza, al suo straordinario senso civico.
Auguri, Alba.


Post più popolari di sempre