Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

giovedì 10 febbraio 2011

Mubarak sta per dimettersi

Piazza Tahrir, dopo tante sofferenze, tante vittime, ma anche tanta ironia e autoironia, sembra vicina a ottenere la storica svolta. Il presidente Mubarak sta per annunciare la fine della sua lunghissima stagione politica. Questa esplosione di libertà e musica nel cuore del Cairo ci rende tutti più leggeri. Lontanissimi, da questa piazza, in questo momento, e anzi impauriti da essa, sono tutti i terroristi internazionali; gli sceicchi salafiti; i disperati radicali che devastano il Pakistan con i loro attacchi suicidi; i Talebani più o meno buoni; i fanatici e i corrotti che sono ancora, ma non crediamo per molto, al potere in Iran; i crudeli burocrati di Hamas e Hezbollah che tiranneggiano e terrorizzano, prima di tutto, i propri stessi seguaci. Certo, pochi di coloro che iniziano una rivoluzione arrivano a gestirne l'esito, ma chissà, magari stavolta... Inshallah!

Post più popolari di sempre