Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

martedì 15 febbraio 2011

I guasti delle preferenze, la tentazione della lista bloccata

Giuseppe Scopelliti, il governatore della Calabria, ha annunciato di voler proporre la riforma della legge elettorale, eliminando le preferenze e introducendo le liste bloccate. Questo cambiamento rientrerebbe in una strategia più generale di contrasto alla ‘ndrangheta. Con le liste bloccate i partiti avrebbero la piena responsabilità delle candidature e sarebbero costretti a scegliere un personale politico migliorare, meno permeabile alle pressioni mafiose e clientelari. Secondo il governatore, poi, dopo un paio di legislature di questa sorta di "commissariamento" della scelta degli eletti, una volta disintossicato il sistema politico e sensibilizzata l'opinione pubblica, si potrebbe tornare al sistema delle preferenze.
A questo percorso pieno di buone intenzioni ma anche di gravissimi rischi, Calabria Radicale ha contrapposto il più classico e collaudato dei sistemi elettorali, quello fondato sui collegi uninominali.
Negli attuali collegi provinciali le mafie e le clientele, pur rappresentando in numeri assoluti una minoranza, possono far confluire i propri voti su un unico candidato, con la quasi certezza di farlo eleggere.
Dividendo la Calabria in trenta collegi uninominali, ciascuno dei quali avrebbe circa 40.000 elettori su un territorio circoscritto, secondo la proposta radicale,  il peso elettorale di ogni tipo di cosca e di minoranza organizzata, sarebbe notevolmente diluito e depotenziato.

Leggi tutto su Strill.it
Calabria Radicale, no alle liste bloccate
(Acceduto martedì 15 febbraio 2011)

Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard