Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

lunedì 7 maggio 2012

Cosa deve ancora succedere?

Il popolo sovrano, nonostante tutte le difficoltà, nonostante tutte le paure, si è ancora una volta espresso, in questo turno elettorale amministrativo parziale italiano. C'è stato disimpegno, c'è stata paura, ma c'è stata anche la caparbietà di intere cittadinanze attive di muoversi e votare, per scegliersi i propri leader locali.
Il PDL esce sconfitto, ma anche il PD e il Polo della Nazione hanno di che riflettere. Ci sono intere regioni del paese dove le tre forze politiche principali dell'attuale parlamento repubblicano, non esistono o non esistono più.
Non emergono ancora chiare alternative nazionali, ma nuovi leader e nuovi progetti locali sì.
Un modesto consiglio: smettano di pensare a ciò che vogliono loro; comincino a fare ciò che vuole il popolo sovrano.
Via subito il finanziamento pubblico dei partiti.
Via subito le province.
Via subito il bicameralismo perfetto.
Ci restituiscano i collegi uninominali, ci diano primarie serie, ci restituiscano parte dell'immenso potere che la politica tuttora detiene, al riparo da ogni possibile controllo e da ogni possibile critica.
Lo facciano subito, senza se e senza ma, per non lasciare spazio all'avanzare di populismi ed estremismi, a imbroglioni e arruffoni.
Sveglia, sveglia, sveglia!


Post più popolari di sempre