Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

mercoledì 27 maggio 2015

In cerca di veri leader locali


Respingo con tutta l'energia possibile i 7 a 0, i 6 a 1, i 4 a 3.
Sono contrario a ogni pronostico, su queste elezioni regionali, così come in genere sono ostile a ogni tentativo di strumentalizzare le elezioni locali in funzione di lotte di potere romane o europee.
In Toscana e nelle altre sei regioni al voto, siamo disperatamente cercando una nuova generazione di leader locali, preparati sull'esistente, ma anche aperti a qualche coraggioso cambiamento per il futuro.Senza primarie, senza sistemi elettorali che diano piena sovranità al potere costituente di piccoli collegi locali (quelli che globalmente sono chiamati costituencies), senza un voto obbligatorio alle persone, è davvero difficile, ma è dovere dei cittadini provarci.
Saremo in pochi a votare, perché la dittatura dello status quo sta facendo di tutto per impedire agli elettori di sentirsi sovrani.
Quei pochi che voteremo, abbiamo quindi responsabilità ancora maggiori.
In Toscana, rispetto alle altre sei regioni, abbiamo anche, riconosciamolo, un sistema elettorale un tantino migliore.
Non abbiamo avuto primarie, non abbiamo vera sovranità di ciascun collegio, ma abbiamo un voto facilitato alle persone e, se nessun candidato raggiungerà il 40% dei voti validi, avremo il ballottaggio fra i primi due classificati.

Vorrei invitare le due o tre persone che capitano sul mio blog di visitare questa bella pagina della Regione, dedicata alle elezioni.
Qui i nomi dei sette candidati alla presidenza:
  • Claudio Borghi, Lega Nord e Fratelli d'Italia
  • Gabriele Chiurli, Democrazia Diretta (non presente a Pisa)
  • Tommaso Fattori, Lista Sì Toscana a sinistra
  • Giacomo Giannarelli, M5S
  • Gianni Lamioni, Passione Toscana (con l'appoggio di Ncd e Udc)
  • Stefano Mugnai, Forza Italia e Lega Toscana - Più Toscana
  • Enrico Rossi, PD e Lista civica Popolo toscano
In un'altra pagina troverete i facsimili delle schede che verranno distribuite agli elettori nelle 13 circoscrizioni in cui è stato diviso il territorio nazionale.

Vorrei anche segnalare due belle iniziative dove i candidati sono messi alla prova su materie difficili:



http://www.toscanalgbti.it/
- un sito dove è stato chiesto ai candidati di esprimersi su questioni che interessano il mondo queer e i diritti di tutt*

http://www.linfanzianonsiappalta.it/
- il sito di lotta sociale fiorentina per l'uguaglianza dei lavoratori e per la conservazione nel tempo di servizi pubblici di qualità, dove pure ai candidati è stata data una piccola tribuna per dire cosa veramente pensano, per l'oggi e per il domani

Buona riflessione, buon voto, buon senso civico toscano, a tutte e a tutti.


Post più popolari di sempre