Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

sabato 21 marzo 2015

La guerra agli alberi

Qualche scatto fatto da chi scrive, a fine inverno, lungo il Bisenzio.
Anche le nostre autorità locali, quelle che governano gli argini lungo il nostro fiume, fra Prato e Campi, hanno ceduto alla tentazione di fare guerra agli alberi.Precisiamo che questi scatti sono stati fatti prima dell'uragano del 5 marzo scorso.
Crediamo nella primavera, nella rigenerazione, nel miglioramento, sia chiaro.
Non attacchiamo e non denunciamo nessuno, ma per il futuro vogliamo qualcosa di più: la bellezza come vero e principale indice di buongoverno.
Per questo denunciamo gli errori della capitozzatura degli alberi, della spoliazione degli argini, dell'abbandono dei sentieri e delle piste ciclo-pedonali, dell'assenza di un servizio di raccolta rifiuti. Compresi i tronchi abbandonati dalle ditte che hanno vinto gli appalti al ribasso indetti dai comuni.
Gli argini del nostro Bisenzio hanno bisogno di giardinieri e custodi, non di interventi spot, che somigliano più al passaggio di una guerra che alla manutenzione del verde pubblico.













Post più popolari di sempre