Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

giovedì 3 ottobre 2013

Please, do not do it



Vi supplichiamo: non partite. Non venite a morire! Ricordate che anche quei pochi che riescono a sbarcare, vanno incontro solo a umiliazioni e ipocrisia. Non partite così. Ci sono altri modi.
Potremmo fare qualcosa di concreto per porre fine
a queste disgraziate partenze?

Sì, potremmo, come scrive da Tunisi il mio amico Giacomo Fiaschi.


We implore all of you, migrants: do not be fooled by enslavers, do not mess with smugglers, do not embark illegally
There is no hope for you, over the Strait of Sicily, but only the hypocrisy of a helpless and dying republic, the Italian one.
The Western humanitarian system will always think first to the salaries of its bureaucrats and will never have enough resources to help all of you.
If you can, please, do not leave, do not come that way.





- Another inevitable tragedy (Italian)
- Scores die off of Italy (English)
- Naufrage (French) 

Post più popolari di sempre