Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

venerdì 3 giugno 2011

Uninominale anche in Puglia e Salento

Rilanciamo una buona notizia dalla Puglia e dal Salento: anche in quel consiglio regionale si sta aprendo un dibattito sui collegi uninominali, le primarie istituzionalizzate, la riduzione dei costi della politica.


Riforma uninominale in Puglia e Salento

LECCE – I tre firmatari della proposta di modifica della legge elettorale regionale, Antonio Rotundo, Antonio Grassi e Anna Elisa Toma, hanno illustrato, nella sede leccese del Partito democratico, i dettagli della loro iniziativa. Le direttrici fondamentali si basano sulla previsione di collegi uninominali, sulla riduzione del numero degli eletti, sull’istituzionalizzazione delle primarie e sulla previsione di norme che garantiscano la parità di genere.

Nell’ipotesi, ad esempio, che gli eletti con il sistema uninominale siano cinquanta, ogni collegio sarebbe rappresentativo di circa 80 mila pugliesi. Tra l’altro, in questa ottica, verrebbe meno quel premio di governabilità sul quale si è in attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale, che il 10 maggio, ha discusso della questione sorta con il ricorso al Tar di otto aspiranti consiglieri, di cui quattro del Pd, che non siedono nel parlamentino di viale Capruzzi perché l’ufficio elettorale competente ha ritenuto la legge elettorale regionale in contrasto con lo statuto dell’ente che prevede un tetto massimo di 70 consiglieri.

I vantaggi di questa proposta di modifica, hanno spiegato i firmatari, risiederebbero nel vincolo di fiducia che si instaurerebbe direttamente tra gli eletti e l’area geografica di cui sono espressione, nella corrispondenza tra territori e consiglieri che non lascerebbe scoperta alcuna porzione di territorio, nella riduzione dei costi della campagna elettorale e nell’eliminazione dei fenomeni di voto di scambio. Un elemento di novità starebbe nella previsione, nella stessa legge regionale da approvare, “di forme di incentivo e di controllo delle modalità di svolgimento delle elezioni primarie sia per la scelta del candidato presidente che per la scelta di quello di collegio di modalità per garantire la parità di genere”.

Dal Pd leccese parte dunque un input molto forte diretto al vice presidente del Consiglio regionale, Antonio Maniglio, che si è fatto carico di presentare in tempi brevi una proposta definitiva a nome del partito. Nei cassetti dei partiti oltre che degli uffici dell'ente regionale sono depositate da tempo, infatti, varie proposte di superamento del sistema attuale. La prossima iniziativa pubblica, in calendario il 16 giugno alle 18.30, sarà un convegno al quale parteciperanno il sindaco di Bari, Michele Emiliano, il governatore della Basilicata, Vito De Filippo e Antonio De Caro, capogruppo del Pd alla Regione.

 
(venerdì 3 giugno 2011)
 
 

Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard