Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

giovedì 22 novembre 2012

Thanksgiving






Quest'anno il 22 novembre, la nostra festa di Santa Cecilia, coincide con il Thanksgiving, il quarto giovedì di novembre in cui negli Stati Uniti si celebra la festa del Ringraziamento. Ho la benedizione, di essere nella campagna del Maryland, a vivere questa festa americana con un gruppo di amici, nativi e immigrati.

Si chiude il secondo anno di lavoro su questo blog e i risultati sono migliori di quelli del primo anno. Siamo ormai vicini alle 20.000 visite annuali.

Vado avanti, perché intendo ancora contribuire a un profondo rinnovamento politico della Toscana, dell'Italia, dell'Europa, oltre che a una pace fondata sulla libertà e sulla giustizia.

Pace che, nel Mediterraneo, significa separazione sempre più netta fra Israele, Gaza e Cisgiordania, ma anche profonde riforme federali in Libia e in molti altri stati, senza dimenticare la necessità di continuare a esercitare ogni possibile pressione per la fine della guerra civile in Siria.

Libertà che deve significare più autogoverno e più responsabilità - fare da sé e rendere conto di quello che si fa ai cittadini sovrani - per tutte le autonomie locali, dalla Catalogna alla Toscana.

Giustizia che significa equità e attenzione ai poveri, nel drammatico processo di ridimensionamento degli immensi e insostenibili debiti pubblici (e para-statali, e privati) che afflige pressoché universalmente tutti gli stati e tutte le piramidi burocratiche della modernità.

Si entra nel cuore d'inverno. Ringrazio coloro che mi leggono e auguro a tutti giorni felici.

Mauro Vaiani

Post più popolari di sempre