Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

mercoledì 4 giugno 2014

La natura criminogena delle grandi opere

Ha ragione Massimo Cacciari, sull'inutilità, sulla pericolosità, sulla natura criminogena delle grandi opere, in particolare quelle portate avanti in emergenza, con scadenze "inderogabili", con tempi "contingentati".
Aggiungo, come aggravante, la particolare forza corruttiva delle grandi spese decise centralmente da governi lontani e incontrollabili, sostenute da un mainstream mediatico conformista se non addirittura prezzolato, da elite internazionali parassite che vivono di denaro pubblico nelle grandi capitali.
Ogni volta che qualcuno, dall'alto, da altrove, da Roma, da Arcore, da Bruxelles, da Washington, decide che avevamo bisogno di tav, di "mose", di F35, di basi militari, di Expo, asfaltando la volontà popolare delle comunità locali sovrane, ne esce un disastro o, nel migliore dei casi, l'ennesima costosissima cattedrale nel deserto.
Non è solo l'intrinsico centralismo - e fascismo - della nostra repubblica, a fare dell'Italia uno dei paesi più corrotti del mondo, ma di certo la concentrazione di potere e denaro che tuttora continuiamo a consentire nelle mani di pochissimi - di una elite romano-milanese ristrettissima - mette il turbo al malaffare.
La nostra battaglia federalista, per la sovranità dei cittadini contribuenti nelle loro comunità locali, è, anche da questo punto di vista, sempre più necessaria.
Non è solo una battaglia per la legalità, per il liberalismo, per il federalismo.
E' una battaglia per la vita.
O la grande criminalità organizzata, o la povera gente.
O loro, o noi.



Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard