Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

sabato 22 febbraio 2014

Primo non strafare


Siamo fra quelli che avrebbero preferito Emma Bonino. La santa petulanza e l'infinita competenza di una certa storia radicale sarebbero state d'aiuto, in un governo così fragile, in questo ennesimo tentativo di traghettare il paese fuori dalla palude.
Tuttavia condividiamo anche un certo senso di soddisfazione nel vedere persone così giovani e così tante donne, ai vertici della Repubblica. Di Federica Mogherini, che succede a Emma Bonino, leggiamo con piacere interventi in cui sembra afferrare la complessità della situazione ucraina e il dovere per Europa, Russia e America di affrontare questa crisi insieme.  Le sue parole riecheggiano quelle del bravo Gianni Pittella, pubblicate pochi giorni prima.
Il presidente Matteo Renzi dovrebbe ora trovare il coraggio e l'umiltà di non strafare, di concentrarsi su poche cose essenziali: approvare insieme a Silvio Berlusconi la legge elettorale fondata su piccoli collegi, che consentano le primarie; sostituire il senato con una quarantina di rappresentanti regionali; completare lo smantellamento delle province e avviare quello delle prefetture; spostare subito un po' di tassazione dal lavoro alle proprietà, dalle imprese alle rendite; affrontare l'emergenza giustizia, cominciando dalle necessarie depenalizzazioni (prostituzione, consumi pericolosi, immigrazione).
Queste poche cose, per il loro significato storico e politico, e per per le risorse umane e finanziarie che libererebbero, basterebbero per chiudere un ciclo di trent'anni di paralisi, incertezze e fallimenti.
Dopo aver fatto queste cose, il governo Renzi potrebbe - e secondo noi e molti altri dovrebbe - condurci ordinatamente al voto.
Concentrarsi su poche cose, da fare bene da chiudere in pochi mesi, ci pare sia già stata la cifra vincente di Matteo Renzi.
Tanti, sinceri, sentitissimi auguri, da noi diversamente renziani.


Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard