Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

lunedì 9 dicembre 2013

Non c'è tempo da perdere


Sì, la discontinuità è arrivata.
Tre milioni di cittadini sovrani hanno parlato forte e chiaro:
- riforma elettorale subito, maggioritaria e fondata sui collegi,
- taglio di un miliardo di euro subito dei costi della politica;
- nuovo codice semplificato del lavoro, subito;
- qualche buona idea per come continuare a stare nell'Eurozona e in Europa, cominciando a pagare i debiti, ma dando un po' di respiro a lavoratori e imprenditori, a spese della rendita e del parassitismo.
Congratulazioni a Matteo Renzi, che ha vinto con quasi il 70% dei voti.
Era emozionato e stanco, oggi, nella sua prima conferenza stampa e anche visibilmente innervosito dal fatto che la stampa romana non sembrava apprezzare granché la novità rappresentata dalla sua squadra, preferendo ripetergli le stesse domande fritte e rifritte su durata del governo, rapporti di forza fra fazioni e partiti, e altro chiacchiericcio politico.
Matteo Renzi ha ribadito la sua convinzione che cambiare è necessario e drammaticamente urgente. Non ha citato l'Italia dei forconi, ma aveva certo in mente l'Italia della crisi e del declino, quella contro cui ha fortemente lottato in questi anni da sindaco di Firenze.
A noi la bellezza di una squadra di cinque uomini e sette donne - con età media poco superiore ai 30 anni - ha colpito.Citiamo qui i nomi e le materie:
1 - Luca Lotti (coordinatore della segreteria)
2 - Stefano Bonaccini (enti locali)
3 - Filippo Taddei (economia)
4 - Davide Faraone (welfare e scuola, insieme, altra novità che la stampa non sembra aver colto nella sua importanza)
5 - Francesco Nicodemo (comunicazione)
6 - Maria Elena Boschi (riforme)
7 - Marianna Madia (lavoro)
8 - Federica Mogherini (Europa ed esteri)
9 - Deborah Serracchiani (infrastrutture)
10 - Chiara Braga (ambiente)
11 - Alessia Morani (giustizia)
12 - Pina Picierno (legalità e sud)
A questi si aggiunge il portavoce Lorenzo Guerini.
Buon lavoro a Matteo Renzi e ai suoi collaboratori.
Non c'è tempo da perdere.
 

Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard