Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

domenica 8 dicembre 2013

Matteo Renzi, il riunificatore

Matteo Renzi a Prato, novembre 2013
Stamane mia mamma ha votato al suo circolo per Matteo Renzi, molto presto. Presto sono andato anch'io a votare per Matteo Renzi, al circolo dove possono votare i fuori sede a Firenze. Le mie sorelle, i miei cognati, i miei amici più cari, hanno votato. La nostra famiglia - persone di diversa sensibilità e cultura, non tutte di sinistra, non tutti interessati alla vita civica e politica - si è riunita in questo voto.
Erano decenni che non eravamo così uniti!
Era già successo qualcosa del genere l'anno scorso, ma quest'anno molto di più. Si sono smossi i nostri circoli civico-liberali, intellettuali indipendenti di diverso orientamento come Marco Mayer o Mario Lancisi, il mondo dell'università che io frequento, il mondo produttivo con cui ho rapporti dopo trent'anni di lavoro e - lo voglio sottolineare - il mondo dei pendolari del treno e quello degli utenti dell'Ataf, che frequento ogni giorno. Da tutte le parti ho percepito che tante persone hanno deciso di dare una chance a Matteo Renzi.
Allora, forza Matteo, in bocca al lupo.
Con te possiamo fare in tre anni, quello che aspettiamo da trenta.



Post più popolari di sempre