Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

martedì 19 febbraio 2013

Se aspettiamo quello perfetto...


Mi spiace che girassero in rete riferimenti a studi universitari di Oscar Giannino che lui non ha fatto. Giannino ha dichiarato, con semplicità, di aver sbagliato a non farli correggere per tempo, in passato.

Capita a tutti di sbagliare, specialmente alle persone davvero brave, che fanno tante cose, come lui. Le trappole della comunicazione sono tante e ci si può cascare. La character assassination, però, va respinta e con fermezza.

Poi, che si attacchi Giannino su questo è, paradossalmente, positivo. Significa che fa davvero paura. Bene!

Non abbiamo bisogno di persone perfette, in politica. Anche perché non esistono e se esistessero, sarebbero probabilmente fanatici o ingenui, categorie entrambe abbastanza pericolose.

Abbiamo bisogno, invece, più semplicemente, di persone che facciano quello che promettono.
Voterò Giannino non perché sia perfetto, ma perché è competente e determinato. Può portare alla Camera, volando sopra il 4%, e al Senato, superando l'8% in Lombardia e Veneto, proprio ciò che serve in questo momento.

Abbiamo bisogno che si formi un governo politico a termine, concentrato sulla protezione dei poveri, mentre si taglia agli alti burocrati.

Abbiamo bisogno che non sia eletto al Quirinale un pensionato d'oro o un boiardo di stato.

Abbiamo bisogno che sia affidato a una sola camera il controllo sul governo nazionale e all'altra il coordinamento dei governi regionali, il tutto con drastica riduzione del numero dei parlamentari.

Abbiamo bisogno di collegi uninominali e primarie obbligatorie.

E tutto questo deve essere fatto in un anno o due al massimo, per poi tornare subito a votare. La XVII legislatura della Repubblica deve essere la più operosa e la più breve, insieme. Ne va della qualità della nostra vita!

Per questo ci serve Giannino, stavolta. Poi magari lo butteremo via.

* * *

Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard