Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

martedì 1 gennaio 2013

2013, un altro anno per sperare e lavorare

Dopo aver iniziato l'anno nuovo vicino a Ponte a Vicchio, alla bellissima festa organizzata dagli amici di Ore D'Aria, mi sento carico di gioia ed energia per tornare al lavoro e per continuare il mio impegno civico e civile per la Toscana. Rileggo i miei auguri dell'anno scorso e mi accorgo che delle cose per cui ci stiamo battendo non ne è andata avanti una. Politicamente parlando, un altro anno perso! Ma invece che rammarico o delusione, sento dentro di me la conferma di una positiva risolutezza. Saremo illusi, ma nessuno si illuda: ci riproveremo! A tutt*  auguro un felice anno nuovo 2013.


Post più popolari di sempre