Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

giovedì 10 marzo 2011

Grazie alla nostra rivolta

Il IV governo Berlusconi ha approvato una proposta di legge costituzionale che sembra recepire alcune delle istanze di riforma della giustizia attese da decenni in questo paese.
Vedremo! Seguiremo con speranza il lungo iter parlamentare che ora attende la proposta.
Nel momento forse più basso della sua credibilità personale, nel tempo del suo rapido declino politico, rischiando di essere ormai fuori tempo massimo, Silvio Berlusconi ha lasciato accadere quello che il Paese aspettava da lui da ormai vent'anni.
E' solo un piccolissimo passo in avanti e, sono sincero, non ci ho creduto fino all'ultimo istante.
Lo considero un nostro piccolo successo. Intendo dire di noi che ci siamo ribellati.
Della nostra rivolta, popolare e liberale, contro il narcisismo, le cricche, l'abortito PDL, l'invecchiamento e la sclerosi del centrodestra italiano, le tante promesse mancate, il tradimento del federalismo e della rivoluzione liberale.

Post più popolari di sempre