Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

sabato 3 ottobre 2015

Come le grandi potenze finanziano il terrorismo


I grandi racconti che ci sono imposti dai media americani più potenti e più ricchi sono apparentemente inattaccabili nel loro candore. In Afghanistan, per esempio, siamo presenti per garantire stabilità e democrazia, ci racconta il "The War Monger Journal", un giornale che, quando si parla di spese militari e proiezione imperiale degli Stati Uniti nel mondo, dimentica ogni realismo, perde capacità di approfondimento geopolitico, calpesta ogni senso di moderazione politica.
La realtà però è difficile da nascondere per sempre e in rete si trovano una serie di articoli che spiegano bene come, di ogni dollaro straniero regalato all'Afghanistan, una parte importante viene rubata o finisce comunque, attraverso mille diversi rivoli, ai Talebani.
In pratica le organizzazioni occidentali e le grandi burocrazie internazionali stanno letteralmente pagando gli stipendi e armando le diverse parti in conflitto, sia il fragile governo centrale di Kabul, sia le milizie talebane. Il tutto con denaro pubblico, ovviamente.
Questa perversione, del resto, è intimamente connessa con qualsiasi proiezione imperiale occidentale in ogni periferia del mondo. E' già accaduto in Somalia, Iraq, Siria, Yemen, Libia e accadrà ancora.
Vogliamo continuare così, o vogliamo cominciare a riflettere su come ridurre questo interventismo corruttivo e distruttivo, che stiamo dispiegando nel mondo?

Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard