Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

lunedì 20 ottobre 2014

La scossa di Rossi

Alla fine il presidente toscano Enrico Rossi è riuscito a dare una scossa alla regione.
Su costi della politica, paesaggio, fine della cementificazione, trasporti pubblici, opere incompiute, burocrazie, aveva già dato segnali importanti.
Ora, ha sorpreso tutti con la proposta di accorpare le aziende sanitarie toscane.
La riduzione del numero dei membri di un certo ceto dirigenziale, con poteri, stipendi e privilegi ormai fuori dal mercato e dal senso comune, è una delle sfide di questi anni difficili. Il presidente Rossi sembra averlo capito.
Per lui, come per Matteo Renzi e per altri che provano a riformare e a innovare, resta il problema di trovare menti più critiche e competenze più innovative.
Problema di non facile soluzione, perché tutto il potere intellettuale reale è ancora in mano a quegli stessi tecnici e burocrati che da decenni non ne azzeccano più una.
Il presidente Rossi si merita fiducia e collaborazione, ma restiamo critici e vigili.
Non possiamo aspettarci la soluzione della crisi da coloro che la hanno creata.

Post più popolari di sempre