Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

sabato 22 agosto 2015

La caduta di Roma (o di Matteo Renzi?)


Siamo tutti addolorati per Roma, la nostra vicina, figlia e madre della Toscana. Si succedono scandali, disastri, incidenti, e ora un funerale.
All'interno dell'attuale ordinamento repubblicano italiano, non c'è alternativa alle elezioni anticipate per un nuovo sindaco e una nuova assemblea capitolina, di fronte a questa crisi.
Si voti la prossima primavera, dopo il necessario commissariamento.
Si cambino, per l'amor del cielo, anche i vertici di questura e prefettura, che sono rette da figure totalmente subalterne all'attuale andazzo, chiamando una figura diversa, una persona che venga da lontano.
Si può chiamare un europeo, come si è fatto per gli Uffizi?
Ovviamente, senza primarie, senza collegi più ristretti, senza limitazioni serie al sistema criminogeno delle preferenze, la speranza che qualcosa possa cambiare, con nuove elezioni comunali, è minima.
Ma non dobbiamo disperare.
Magari verrà eletta sindaco una persona totalmente fuori dall'attuale status quo.
Con maggiore libertà spirituale, con maggiore indipendenza, il prossimo sindaco (o sindaca) potrebbe far meglio.
Spero che Matteo Renzi, a cui vogliamo bene, capisca la lezione che gli mandano i Casamonica dal loro sfarzoso e pacchiano funerale: l'Italia contemporanea, dopo due guerre mondiali e dopo una serie impressionante di crisi economiche globali, non si può governare con una specie di neo-centralismo via twitter.
Senza la ricostruzione paziente di forti autonomie locali, responsabilità locali, economie locali, il nostro futuro, caro Matteo, non sono gli Stati Uniti, o la Repubblica Federale Tedesca, o la Svizzera, ma la Cina, il Brasile, o il Sudafrica.
Sveglia!


Post più popolari di sempre

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini Disintegration as hope don Domenico Pezzini Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard