Uno diverso in Toscana, che crede, in questa nostra madreterra, in questa fugace vita, in qualcosa di diverso.

martedì 9 aprile 2019

Lunga vita a Radio Radicale, microfono aperto anche ai nostri territori e movimenti decentralisti



E' inutile che aggiunga molte altre parole.
Chiunque la abbia mai ascoltata, sa che è una istituzione formidabile, un servizio pubblico insostituibile.
Lo scrivo come cittadino, come intellettuale, come presidente di Comitato Libertà Toscana, come uno dei moderatori della rete di decentralisti Dialogo Autogoverno: Radio Radicale deve vivere, punto.
Dobbiamo pretendere dal governo centrale una proroga dei contributi, per consentire a Radio Radicale di trasformarsi, salvaguardando la propria rete, le proprie competenze e, ancora più importante, il proprio preziosissimo archivio.
Alle persone che, come chi scrive, sono impegnate nei territori e in battaglie decentraliste e confederaliste, rivolgo un appello ulteriore: chiediamo anche ai governi e ai parlamenti regionali di sostenere Radio Radicale, unico servizio pubblico che aiuta veramente a conoscere per deliberare le nostre (ancora molto embrionali e fragili, purtroppo) democrazie locali.
Per un futuro a lungo termine condivido un piccolo sogno: poter sostenere i media che fanno servizio pubblico con una sorta di "otto per mille".
Per arrivarci, in questo futuro, tuttavia, bisogna prima vivere.
Quindi chiedo anch'io, nel mio piccolo, ai pochi che leggono il blog Diverso Toscana:
- di leggere quanto prima su Prima Comunicazione uno stupendo articolo dedicato all'importanza e al patrimonio di Radio Radicale, scritto da Daniele Scalise, che è stato recensito stamane (martedì 9 aprile 2019) nella stupenda rassegna "Stampa e Regime" di Radio Radicale, oggi a cura di Roberta Iannuzzi;
- di firmare la petizione per salvare Radio Radicale sulla piattaforma Change.org;
- di risparmiare da subito qualche Euro, per tenerci pronti a sottoscrivere direttamente una donazione a Radio Radicale.

Mauro Vaiani Ph.D.
presidenza@comitatolibertatoscana.eu







Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari degli ultimi 12 mesi

Argomenti solidamente piantati in questa nuvola:

1989 a touch of grace abolizione delle province e delle prefetture alternativa civico-liberale Anticolonialismo Archivio di Toscana Libertaria verso Toscana Insieme Archivio Gaymagazine autogoverno della Toscana basta cicche BijiKurdistan borghi e comuni bussini chi può creare valore come domare la spesa confederalismo contro gli ecomostri contro il centralismo contro la dittatura dello status quo dalla mailing list di Toscana Insieme Dario Parrini decentralismo dialogo autogoverno Disintegration as hope don Domenico Pezzini ecotoscanismo Emma Bonino English Enrico Rossi eradication of poverty Eugenio Giani Eurocritica Fi-Po Link fine del berlusconismo Firmigoni gay alla luce del sole Gianni Pittella Hands off Syria Homage to Catalonia Hope after Pakistan Il disastro delle vecchie preferenze In difesa di Israele Inaco Rossi innocenza tradita Italia Futura la bellezza come principale indice di buongoverno Libertà in Iran libertino Lucca 2012 Mario Monti Matteo Renzi Michele Emiliano nonviolenza Ora e sempre resistenza ora toscana Oscar Giannino Peace Is Possible - War Is Not Inevitable popolano Prima di tutto la libertà primarie Primavera araba 2011 quattrini al popolo Queer Faith radici anarchiche e socialiste ricostruzione di una moralità pubblica riforma elettorale toscana rivoluzione liberale Roberto Giachetti Santa Cecilia sessantennio solidarietà toscana statuto pubblico dei partiti Stefania Saccardi The Scottish Side of History Too Big To Fail? Torre del Lago tradizioni e libertà Ugo di Toscana uninominale Vecchiano veraforza Via dall'Afghanistan vittime yes in my backyard